Sahara.it

Sahara.it

il sito dedicato al sahara, alle sue genti ed ai suoi viaggiatori

La Gherba, otre realizzato con pelle di capra

– Posted in: Cultura, Oggetti etnologici, Storia, Usi e Costumi

By Marino – al bahary
Originally Posted Monday, July 19, 2004

Scheda Oggeti Etnologici

 

La Gherba

(otre realizzato con pelle di capra)

Otre ricavato dalla lavorazione di una pelle di capra.

La ghirba è tutt’oggi nel Sahara il miglior contenitore per la conservazione dell’acqua.

La traspirazione della pelle permettono la conservazione dell’acqua ad una temperatura sempre bevibile. Appesa a lato del dromedario, aderisce morbidamente al corpo dell’animale e senza asperità non lo ferisce.

In viaggio nel deserto o nella tenda la gherba è sempre presente nella vita dell’uomo, ad essa è affidato l’elemento che più d’ogni altro è nel deserto indispensabile: l’acqua. La gherba è costruita direttamente dal pastore nomade con un metodo molto antico ma efficace: dopo che l’animale (capra) è stato scuoiato, la pelle è preparata con un lungo e complicato trattamento (circa 40 giorni) a base di sale, olio e foglie d’olivo, scorza di melograno(tannino) ed altri elementi d’origine naturale.

La ghirba viene poi ripetutamente lavata internamente con acqua e levigata con l’aiuto della sabbia.

Tutte le aperture naturali (apertura degli arti, apertura anale, apertura vaginale) sono chiuse con robusta corda eccetto quella del collo, che si userà quale imboccatura del recipiente.

L’acqua conservata nella gherba prende una colorazione giallognola e un sapore lievemente acido a causa dell’elevato contenuto di tannino contenuto nelle bucce di melograno con cui è stata trattata, ma nel complesso la gherba rimane tuttora è il contenitore più valido per la conservazione dell’acqua nella vita sahariana.

il materiale pubblicato può essere utilizzato solo per fini privati,

per qualsiasi altro scopo è necessario chiedere all’autore (masszecc@tin.it) la concessione

 

0 Comments… add one

Leave a Comment