Who's Online
1 registered (1 invisible), 80 Guests and 3 Spiders online.
Key: Admin, Global Mod, Mod
Newest Members
joaquinkirkw, micia, The Icon, HyperPiz, Arthrospira
5790 Registered Users
Shout Box

Top Posters
Lone Land 5729
Stefano Laberio 4861
marko 3592
Administrator 2328
Alfredo Crivelli - Milano 1885
Top Posters (30 Days)
Alfredo Crivelli - Milano 1
marko 1
Forum Stats
5790 Members
58 Forums
7425 Topics
88963 Posts

Max Online: 487 @ 01/23/20 01:05 PM
Today's Birthdays
No Birthdays
Featured Member
Registered: 05/20/03
Posts: 0
(Views)Popular Topics
Crisi in Libia 3297506
Pneumatici cerchi etc 2124253
Complimenti per il nuovo locale! 1539808
garmin Montana 1395681
censimento relitti aerei 1268501
Altri accessori 1206599
toyota hzj78 1098089
ricerca compagni di viaggio 1050846
Argentina, Cile, Bolivia 985800
Cartografia Egitto-Sudan leggendo Almasy 931931
Menu Sito
March
Su M Tu W Th F Sa
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
Sahara.it last posts
Page 56 of 102 < 1 2 ... 54 55 56 57 58 ... 101 102 >
Topic Options
#108115 - 04/21/11 10:02 AM Re: Crisi in Libia [Re: Def200]
201030 Offline
Senior

Registered: 01/07/08
Posts: 215
Beh, si, perché escludere anche quest'ultima eventualità? Personalmente ne sono abbastanza persuaso (ovvio, in aggiunta al cinismo ed alla rapacità).
E poi ricordiamoci che l'unico presidente americano a chiudere una guerra (Viet-nam) è stato Nixon, il cattivone di Watergate. Il buon Kennedy mi pare l'abbia iniziata, come pure insieme al compagno di merende Krushev portò il mondo sull'orlo della guerra nucleare...ora c'è Obama, che per di più oltre ad utilizzare più o meno gli stessi "esperti" (per lo meno gente che viene dalla stessa scuola) non è nemmeno contestabile perchè nero e quindi, probabilmente anche per il nostro capo dello stato, legittimato a decidere di vita e di morte - perché è di questo ed altro che stiamo trattando - all over the world nel prosieguo di quel wargame iniziato ... tempo addietro.
Il generale Petraeus, come già i suoi predecessori, fa studiare il film di Pontecorvo sulla battaglia di Algeri e le memorie dei parà francesi d'Algeria ma ne hanno desunto solo gli aspetti truculenti e "sbirreschi" (gli americani - e non è una opinione personale, è un fatto - se non ci sono torture sangue e morti a cataste non fanno neanche un telefilm, valga l'imperare di serie televisive di mirabolanti scienziati in divisa che risolvono casi pietosi e commoventi dopo trent'anni) al solito non capendo un cavolo di quello che fu la storia d'Algeria o meglio quella che avrebbe potuto essere...
Tosco.

Top
#108119 - 04/21/11 03:05 PM Re: Crisi in Libia [Re: raskebir]
Marco Fiaschi Offline
Senior

Registered: 12/16/01
Posts: 1135
Loc: carrara
Inizialmente inviato da: raskebir
......
A questo punto viene da chiedersi: ma ne valeva la pena?

Un eventuale dopo Gheddafi dovrebbe essere paradisiaco per giustificare anche solo in parte questa umana sofferenza.

Ma dubito che sarà così.


Non credo proprio che ne valesse la pena..... troppo vite umane perdute per una "rivolta" a mio avviso molto ben pilotata ...e se poi si incomincia a mandare militari, pardon consiglieri militari sul campo, l'esperienza mi dice che si sa come si comincia ma difficilmente come si finisce.......
_________________________
Marco, iNeolitico superiore

Top
#108125 - 04/21/11 10:12 PM Re: Crisi in Libia [Re: Marco Fiaschi]
l.a.leoni Offline
Senior

Registered: 08/26/02
Posts: 1399
Loc: milano

La maggior parte delle inutili guerre combattute dal 1946 in poi sono iniziate inviando "consiglieri militari": il nostro ministro della Difesa ( da chi?) ha infatti precisato che invierà "istruttori": vi ricordate ...quei caporali con il cordone blu intrecciato su una spalla che a naja ci insegnavano a marciare e a fare "at-tì - rip-sò"....
\:\(
_________________________
Z.C.50

Top
#108127 - 04/21/11 11:59 PM Re: Crisi in Libia [Re: l.a.leoni]
onurb55 Offline
Senior

Registered: 01/01/10
Posts: 1454
Loc: torino
...il pantano è oramai totale. Possibile che la storia non ci insegni mai nulla?....chissà quando la Libia tornerà ad essere in pace. Bruno

Top
#108130 - 04/22/11 04:21 PM Re: Crisi in Libia [Re: onurb55]
pippi Offline
Senior

Registered: 04/03/02
Posts: 420
Loc: genova
Salve a tutti,
riporto integralmente da un sito di Kidal che seguo sempre con un certo interesse....

22-04-2011, 13h31

Mali: retour de Libye d'une centaine de combattants touareg
AFP - Mali: retour de Libye d'une centaine de combattants touareg

BAMAKO, 21 avr 2011 (AFP) - Une centaine de combattants touareg maliens partis en Libye combattre aux côtés des troupes de Mouammar Kadhafi sont revenus dans leur pays, des véhicules destinés aux forces pro-Kadhafi prenant le chemin inverse, a appris jeudi l'AFP de sources régionales concordantes.
"Une centaine de combattants touareg maliens partis combattre en Libye pour le compte de Kadhafi sont revenus dans leur pays. C'est une bonne nouvelle pour nous", a déclaré à l'AFP un responsable du gouvernorat de Kidal (nord-est du Mali). "Soit ils n'ont pas eu ce qu'ils voulaient ou ont été déçus et ont compris que cette guerre n'est pas la leur", a-t-il ajouté.
Un de ces Touareg a déclaré qu'arrivés en Libye, "certains d'entre nous voulaient combattre dans des groupes où il y avait uniquement des Touareg. Les Libyens n'ont pas voulu. Après le début des combats, d'autres ont compris que ce n'était pas notre guerre".
De nombreux observateurs et élus maliens avaient manifesté leur inquiétude après le départ en Libye de ces combattants il y a plus de deux mois, craignant que leur retour avec des armes lourdes libyennes, ne bénéficie à Al-Qaïda au Maghreb islamique (Aqmi), très actif dans plusieurs pays du Sahel.
Le gouvernement malien enquêtait par ailleurs sur des informations occidentales faisant état du départ de pays sahéliens, dont le Mali, de véhicules pick-up destinés aux troupes du colonel Kadhafi, a indiqué à l'AFP un responsable malien.
"Nous avons appris l'information. L'avantage de ces véhicules est qu'ils sont légers et ils peuvent transporter des troupes et des armes et échapper aux avions qui attaquent les positions des partisans de Kadhafi", a commenté de son côté une source sécuritaire nigérienne.
Communauté nomade d'environ 1,5 million de personnes, les Touareg sont répartis entre le Niger, le Mali, l'Algérie, la Libye et le Burkina Faso.
Des rebellions Touareg ont agi au Mali et au Niger dans les années 1990 et au début des années 2000, avec une résurgence de 2006 à 2009. Plusieurs dizaines de milliers d'entre eux s'étaient réfugiés en Libye pour fuir ces conflits.
serge daniel/mrb/stb
AFP 211529

Ora che so che ci sono un centinaio di Tuaregh che sono tornati con mezzi leggeri, affidabili e ben armati sono certo che la situazione di Niger, Mali, Chad sarà certamente sotto controllo.
Ora aspetto con ansia che l'occidente mandi la sua quota parte di armi e mezzi ai rivoltosi, magari un poco più moderne e un poco più potenti. Non sia mai.

Saluti!
Pippi

Top
#108171 - 04/27/11 11:35 PM Re: Crisi in Libia [Re: pippi]
raskebir Offline
Senior

Registered: 12/29/02
Posts: 1414
Loc: Piemonte
I messaggi languono.
E' evidente che più nessuno sa cosa dire.
_________________________
raskebir
L.R.Def 90 200 TDI "Jamais Contente"
L.R.Def 110 Puma "Desert Queen"
Toy L.C.125 Autom.

Top
#108172 - 04/28/11 12:26 AM Re: Crisi in Libia [Re: raskebir]
Marco Fiaschi Offline
Senior

Registered: 12/16/01
Posts: 1135
Loc: carrara
quando si comincia a bombardare non ci sono più parole.......non vorrei sembrare teatrale se dico che c'è solo disperazione
_________________________
Marco, iNeolitico superiore

Top
#108173 - 04/28/11 10:29 AM Re: Crisi in Libia [Re: Marco Fiaschi]
201030 Offline
Senior

Registered: 01/07/08
Posts: 215
Le parole ci sono, le riflessioni anche, e tante...stanotte verso le una leggevo queste Vostre, sconsolate, poco prima ero stato con due amici d'Afriche a mangiare una pizza e discutere di questo momento storico. La sensazione comune è di essere come nell'occhio del ciclone, uno stato di calma apparente ed irreale con attorno a noi un vortice, un vero e proprio tornado in cui il caos - per definizione - confonde e mischia di tutto. Sicuramente anche la nostra "realtà" è quasi giunta allo stallo, in tutta evidenza non ancora...pochi giorni fa in TV un servizio illuminante sui soggetti che hanno "fatto carriera" pur senza un titolo di studio, a cominciare da Henry Ford ecc. ecc.: inizia il reflusso, l'inversione di tendenza a quell'indirizzo (peraltro politicamente in apparenza corretto ma nel metodo sbagliato)che ha segnato i decenni passati. Troppo tardi i soliti soloni hanno scoperto di aver ucciso letteralmente i mestieri e di aver reso inappetibili le attività "umili" . Non a caso tutti ingegneri, tutti dottori, archietti ed insegnanti. Tutti col posto assicurato.
Perché ci spetta, perché è dovuto, perché siamo una società evoluta ed opulenta. E più che altro siamo democratici e possiamo decidere di ridare il nome alle cose, si perché per un ministro - sennò a che serve esser ministro se non puoi nemmeno reinterpretare il vocabolario ?! - è fuorviante parlare di bombardamenti a proposito dell'input agli aerei italiani a tirar razzi (ma forse erano di carta?) in casa d'altri.
Ma mi spiegate una cosa Voi che siete sicuramente più intelligenti di me? Tanto per non far nomi ma Bersani, erede di antimperialisti (vabbé non siamo puntigliosi, i trascorsi dell'Unione Sovietica sono roba sorpassata!) tradizionali, come ha fatto a schierarsi con i Volenterosi? Se la prende con Berlusconi per i balletti rosa e ci va a braccetto a sparare alla gente? Mi manca un passaggio.
La Francia presa come maestra di vita in virtù di un "passato coloniale"? ma quando mai?! la STORIA ci ha mostrato che i francesi per tre-quattrocento anni hanno dilapidato un patrimonio di rapporti con il nordafrica e causato - di fatto - i peggiori casini dell'umanità, Sidi Ferruch nasce da un imbroglio per non pagare carichi di grano...hanno preteso di esportare i modi di governare felloni del direttorio in regioni che dell'etica avevano fatto religione (popoli tradizionali) e questi sono gli esempi da seguire? Certo, per gente come i nostri politici, torna in mente la buonanima di Craxi che con i Carabinieri si mise di traverso - in terra italiana - ai Marines. Con tutto il rispetto Frassica contro Gunny. E i Marines ringambarono. E a casa.
Qua no, si premia il sig. Draghi, quello che il 5 aprile esprimeva il suo punto di vista così: "...la situazione nel Mediterraneo è difficile. Prevedibile aumento dei costi dell'energia..." ...azzo! davvero arguto, e comunque la questione è solo di quattrini, siamo attoniti davanti al laconico, anodino commento/valutazione nei giorni di una situazione di guerra di aggressione perpetrata per mere ragioni utilitaristiche. Non mi esprimo sull'acume del personaggio che sicuramente dev'essere adeguato alle cariche ricoperte e che ricoprirà...
Per tornare al mondo reale ed alla questione dei mestieri e dei titoli di studio più o meno di moda ricordo che il tunisino arso vivo era un ingegnere, disperato perché non riusciva - in un sistema amministrativo direi abbastanza simile al nostro in quanto mutuato, vizi (molti) e virtù (poche )dagli schemi europei - ad ottenere una licenza di ambulante...
Anch'io sono consapevole che il signor Napolitano non mi risponderà mai, anzi ha già risposto con i fatti, intanto l'Avv. Cantaro - quel Signore che si è preso la briga di denunciare Sarkozy alla Corte dell'Aia - mi ha trasmesso la nota di riscontro della sua iniziativa...Qualcuno pensa che le nostre siano solo parole? Credo che si stia agglomerando un insieme - assolutamente disomogeneo sicuramente - di teste pensanti e che a qualcosa ciò possa portare. Altro che mancanza di parole. Non abbiate paura di scrivere, ormai siamo cresciutelli, e il papà ce l'abbiamo (chi ha la fortuna di averlo ancora)a casa, non ce ne servono altri.
Tosco.

Top
#108179 - 04/28/11 08:09 PM Re: Crisi in Libia [Re: 201030]
l.a.leoni Offline
Senior

Registered: 08/26/02
Posts: 1399
Loc: milano
Ecco fatto: i primi missili italiani (di precisone, eh, mica robetta) sono stati lanciati da aerei italiani "sopra Misurata" che è un bel pò vago: ecco festeggiato l'anniversario dell'inizio del bombardamento di Guernica del 1937.
Che bisogno c'era che due aerei italiani lanciassero due missili su Misurata? La Nato, la Sesta Flotta, l'Armée dell'air e la Raf non ci arrivavano?
Che vergogna...cosa diremo ai libici se mai torneremo da quelle parti?
_________________________
Z.C.50

Top
#108185 - 04/28/11 09:32 PM Re: Crisi in Libia [Re: l.a.leoni]
onurb55 Offline
Senior

Registered: 01/01/10
Posts: 1454
Loc: torino
....la guerra comincia a costare troppi denari. Per questo motivo vogliono anche i ns. aerei.Il nostro, spera così di rifarsi una verginità internazionale che, causa bunga bunga e altro, non ha più. E i libici muoiono. Che schifo. Bruno

Top
Page 56 of 102 < 1 2 ... 54 55 56 57 58 ... 101 102 >