Sahara.it

Sahara.it

il sito dedicato al sahara, alle sue genti ed ai suoi viaggiatori

Marocco-Mauritania-Senegal-Gambia BMW GS 100

– Posted in: Nord Africa, Resoconti di viaggio

By Stefano Pegoretti
Originally Posted Tuesday, July 20, 2004

 

Marocco-Mauritania-Senegal-Gambia

BMW GS 100 luglio-agosto 1997

di Stefano Pegoretti

 

TIZ-NIT :Campeggio Municipale 26 DH

TAN-TAN

(Posto orribile) nessun campeggio. Buon Hotel all’uscita della città di fronte alla polizia (60 DH) Oppure campeggio libero qualche Km a sud di TAN TAN Plage per Guelmine possibilità di varianti sterrate

GUELMINE

città piena di militari ONU e piuttosto costosa. Possibilità di campeggio libero qualche Km a sud del porto. Fino a Dakhla la strada è tutta asfaltata i rifornimenti sono possibili ogni 300 Km circa Molti controlli di polizia; si devono dichiarare generalità, professione e motivo del viaggio.

DAKHLA

Camping “Moussaifar” a 5.8 Km a Nord della città 20DH la tenda; 30 la stanza. E’ il posto ideale per incontrare gli altri overlander. Non dimenticate di arrivare fino in città per il controllo di polizia. Formalità per il convoglio.

1. Suretè National:

2. Douane Va consegnato il permesso di importazione del veicolo ottenuto all’entrata in Marocco. (NB per sicurezza, prima di consegnarlo, fatevene fare un fotocopia, in città è possibile.

3. Gendarmerie (2 foto tessera)

Il convoglio parte il martedì ed il venerdì; E’ utile sbrigare le formalità il mattino del giorno prima della partenza (anche se qualcuno lo ha fatto la mattina stessa). Alle 8 a.m. del giorno della partenza ci si ritrova davanti alla Gendarmerie per compilare ancora un modulo con le solite: generalità, professione, ecc. L’orario della partenza è fissato alle 12 a.m. all’entrata della città vicino al controllo di polizia. In realtà la partenza reale avviene dopo aver sbrigato le ultime formalità (ulteriore modulo e controllo di dogana) ed aver consegnato il passaporto ai militari della scorta. Con un convoglio di circa 30 mezzi la partenza avviene alle 4 p.m. Poiché si devono fare circa 300 Km ad una media di 50 Km/h parte della strada si fa di notte quindi, specie in moto controllare che il faro funzioni veramente bene (lampada 100W): ci sono dune sulla pista. Dopo la partenza la prima sosta è circa dopo 80 Km in un piccolo villaggio di saraoui dove si possono spendere gli ultimi Dirham. La fine del convoglio è all’inizio della terra di nessuno. Ci si accampa ed al mattino i militari riconsegnano il passaporto. Inizio del tratto minato, si possono scorgere i detonatori di molte mine ai lati della pista e i resti di una jeep francese esplosa Frontiera Mauritania: due traverse della ferrovia piantate nella sabbia. Ritiro del passaporto e della carta di circolazione della vettura. 58 Km di pista sabbia/pietre, ancora in terreno minato,che va fatta in convoglio (12ore!!) ulteriore controllo di dogana alla fine della pista circa 8 Km prima di Nouadhibou. Attenzione! Sarete presi d’assalto da un gran numero di false guide. Non fidarsi assolutamente.

NOUADHIBOU:
Camping Baie du Levrier di fronte alla polizia. Il denaro si può cambiare anche fuori dalle banche ad un tasso più favorevole (luglio ’97: 1 huguia = 10 lire) Il giorno successivo:

– presentarsi alla dogana (vicino all’entrata del porto) tassa di 500H.

– stipulare una polizza assicurativa: (1200H 10 giorni)

– pagare la tassa del parco 1200H

Se desiderate fare il viaggio con una guida vi consiglio:

SOUFI OULD MAHMOUD Tel:0022224971 (Fax. 00222249071) BP 655 Nouadhibou

 

0 comments… add one

Leave a Comment