Sahara.it

Sahara.it

il sito dedicato al sahara, alle sue genti ed ai suoi viaggiatori

Africa Occidentale

TransAfrica Tour – giugno 2014

– Posted in: Africa, Africa Australe, Africa Occidentale, Resoconti di viaggio

- Passati 50 anni dal viaggio “Trans Africa Tour” vissuto con Nino Cirani ripercorro con amici, Andrea, Augusto, Giba, Gigi - anche loro malati d’Africa - l’attraversata Africana sud/nord seguendo circa lo stesso intinerario. Nonostante in questi anni abbia viaggiato molto in questo continente volevo avere una idea “generale” dei cambiamenti avvenuti dal viaggio del [...]

Ghana Benin – Dal regno degli Ashanti al regno del Dahomey di Luciano Pieri

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Cultura, Resoconti di viaggio, Storia, Usi e Costumi

Lo stato del Ghana si affaccia sul Golfo di Guinea e da qui ha inizio un grande viaggio che, attraversando il regno degli Ashanti, ci porta ad un altro grande regno, il Dahomey.
Era il 1482 ed i portoghesi arrivarono su queste coste e come primo logico atto, fondarono a picco sulla scogliera un castello, che sarebbe servito come base di appoggio per le loro navi, e lo intitolarono a San Giorgio da Mina.Questa denominazione, col passare degli anni, si contrasse fino a diventare l'attuale Elmina, nome terribile, evocatore di inumani commerci di schiavi, di soprusi orrendi che dimostrano dove la crudeltà dell'uomo può giungere.

Niger, alla ricerca dell’ultima Azalai By Luciano Pieri

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Resoconti di viaggio

Da Niamey, dove atterrano i voli intercontinentali, ad Agadez, porta d'ingresso ai grandi Tenerè, ci sono mille chilometri di noia. Dodici ore di macchina in un territorio piatto, ricco solo di coltivazioni agricole, con un solo punto interessante, Abalak, il più grande mercato ad uso e consumo dei Tuareg.
Ad Agadez siamo nel centro del Niger, grande repubblica nord africana, quattro volte la superficie italiana. La città è quanto di più classico in fatto di urbanistica sahariana, case basse intonacate di bianco, vie invase da una eterogenea popolazione in maggioranza tuareg, poi bororo, peul, tebu, kanuri, hausa. Qui più che mai questa riflessione è vera: "quando visitiamo luoghi lontani pensiamo di muoverci nello spazio mentre in realtà ci spostiamo nel tempo". Alcuni artigiani tuareg, i forgerons, un po' fabbri, un po' orafi, fondono strane leghe di metalli per fabbricare le "croci di Agadez" monili di una forma che ricorda la croce, diverse per ogni kel tuareg, che, portata al collo, definisce la loro tribu di provenienza. Su tutto, ad Agadez, domina un grande minareto di "banco" vecchio di cinquecento anni e da sempre faro di riferimento per chi arriva dal grande deserto.

Sahara e Africa Nera da Tunisi ad Accra attraverso Tunisia, Algeria, Mali, Burkina Faso, Benin, Togo, Ghana By Fabrizio Zenone

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Nord Africa, Resoconti di viaggio

23.12.2007 Sbarco in Africa del Nord
Arrivo a Tunisi alle 7.30 con il traghetto partito da Salerno il 21 Dicembre a mezzanotte. Dogana abbastanza veloce, alle 10.30 visitiamo Cartagine e il teatro romano e poi decidiamo di andare a Kairouan a fare acquisti di tappeti. Il suk è bello ma non come Marrakech. Poi via per Gabes attraverso uliveti sconfinati. Alle 18:00 fa buio e decidiamo di accamparci nel porticciolo di Sakira a 60 km da Gabes. Alle 22.30 arriva la polizia e si mettono a ispezionare la macchina mentre dormiamo. Ci svegliamo mentre comunicano la targa con la radio. Dopo una chiacchierata tra Fabri con la testa fuori della tenda e il poliziotto 2 metri più in basso, tutto ok. Poi il gendarme resta a fare la guardia al campo fino al mattino, sorprendente.

Cuore grande: Pisa-Dakar …con una naked di Dario Rollo

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Nord Africa

Ci sono viaggi che ti fanno capire di essere fortunati, ma ti fanno capire anche che la ricchezza materiale non è nulla se non c’è dentro di noi quell’umanità, rispetto e amore per il prossimo!
Ero tornato da un viaggio ad Istanbul dopo aver attraversato tutti i Balcani a bordo della mia motocicletta e visto gli effetti devastanti della guerra dello scorso decennio, quando ho iniziato a pianificare il mio ritorno nel "continente nero"! Essendo ammalato di una malattia terribile, il "Mal d'Africa", l'amore per quella terra unica, magnifica, indimenticabile aveva occupato la mia mente! In fase di organizzazione del viaggio, ho cercato di unire all'aspetto prettamente vacanziero del raid anche quello umanitario. Raggiungere il villaggio di Ngarigne (80 km a sud di Dakar) attraversando l'affascinante Marocco, l'infinito e misterioso Sahara Occidentale e la colorita savana senegalese in sella ad una moto naked (la mia Honda Hornet 900) per portare un piccolo aiuto ai bambini della scuola materna ed elementare del villaggio. Filippo Aghito si è unito alla grande avventura con la sua "Duna" (Yamaha Tenerè 600 abbastanza datata e con tanti chilometri alle spalle!)

Sulle strade dell’Africa, 12.000 km in moto di Nicola De Marinis

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Nord Africa, Resoconti di viaggio

Da tempo volevo spingermi molto più a sud, oltre il deserto dell'Hoggar nel Sahara Algerino. Due miei amici Enrico e Riccardo dovevano raggiungere con un fuoristrada la Missione dei Fratelli della Sacra Famiglia nello sperduto villaggio di Nanorò in Burkina Faso, in quell'Africa "nera" forse poco conosciuta ai motociclisti e non facile da raggiungere, ed io con la mia moto decisi di seguirli in questo lungo viaggio.

A Timbuctu By Gian Casati

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Nord Africa, Resoconti di viaggio

By Gian Casati Originally Posted Thursday, January 11, 2007 A TIMBUCTU Autunno 2006 PARTECIPANTI Claudio e Sandra su Land Rover 130 con cellula autocostruita Antonio e Sergio su Land Rover 90 Gian e Massimo su Toyota kdj 90 11 novembre 2006 sabato L'appuntamento è a Genova all'imbarco per Tangeri; Antonio e Sergio arrivano da Como, [...]

Boves – Djenne’, Tra terra e mare di Pierangelo Fissore

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Nord Africa, Resoconti di viaggio

Dopo tante sere passate a raccontarci cosa sarebbe potuto accadere durante il viaggio che da Boves ci avrebbe portato in Mali, finalmente alle ore 1.15 del 22 febbraio il gruppo di Totem e Tabù lasciava Piazza Borelli per dar inizio ad una nuova avventura. Il progetto di Renzo di partire con delle vecchie "bagnole" si era concretizzato e l'emozione della partenza ci avrebbe accompagnato per tutta la notte. In 36 ore attraversiamo Francia e Spagna per raggiungere le altre due vetture partite un giorno prima. Alle 18 di sabato ecco affiancati i nostri cavalli meccanici che ci accompagneranno per tanti chilometri in terra d'Africa. Il Ford Transit diventato per l'occasione la "chioccia", il Peugeot 505 "Le Lion" pronto a ruggire al deserto, la Renault 21 con paio di sci sul tettino ed un paracadute nel baule, la Ford Sierra immacolata come appena uscita dalla catena di montaggio e lei, la mitica Panda 30 pronta a mordere l'asfalto marocchino per poi galleggiare sulla sabbia della Mauritania e arrivare trionfante nella coloratissima Africa nera. Dopo 35 minuti di navigazione tocchiamo terra, l'Africa è lì, ci aspetta. Espletiamo abbastanza velocemente le formalità doganali di Ceuta, e nel buio della notte ci dirigiamo verso Tetouan dove pernotteremo.