Sahara.it

Sahara.it

il sito dedicato al sahara, alle sue genti ed ai suoi viaggiatori

benin

Ghana Benin – Dal regno degli Ashanti al regno del Dahomey di Luciano Pieri

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Cultura, Resoconti di viaggio, Storia, Usi e Costumi

Lo stato del Ghana si affaccia sul Golfo di Guinea e da qui ha inizio un grande viaggio che, attraversando il regno degli Ashanti, ci porta ad un altro grande regno, il Dahomey.
Era il 1482 ed i portoghesi arrivarono su queste coste e come primo logico atto, fondarono a picco sulla scogliera un castello, che sarebbe servito come base di appoggio per le loro navi, e lo intitolarono a San Giorgio da Mina.Questa denominazione, col passare degli anni, si contrasse fino a diventare l'attuale Elmina, nome terribile, evocatore di inumani commerci di schiavi, di soprusi orrendi che dimostrano dove la crudeltà dell'uomo può giungere.

Tangeri – Lome’ a cura di Nadia e Francesco

– Posted in: Africa, Nord Africa, Resoconti di viaggio

By Nadia e Francesco Originally Posted Wednesday, February 20, 2008   28 settembre - 31 ottobre Venerdì 28 settembre ritrovo a Genova al porto per l'imbarco sulla nave della CMN per Tangeri Sabato 29 settembre navigazione, la nave non è proprio il massimo ed il tempo scorre lentamente, ma riusciamo comunque a fare le pratiche [...]

Sahara e Africa Nera da Tunisi ad Accra attraverso Tunisia, Algeria, Mali, Burkina Faso, Benin, Togo, Ghana By Fabrizio Zenone

– Posted in: Africa, Africa Occidentale, Nord Africa, Resoconti di viaggio

23.12.2007 Sbarco in Africa del Nord
Arrivo a Tunisi alle 7.30 con il traghetto partito da Salerno il 21 Dicembre a mezzanotte. Dogana abbastanza veloce, alle 10.30 visitiamo Cartagine e il teatro romano e poi decidiamo di andare a Kairouan a fare acquisti di tappeti. Il suk è bello ma non come Marrakech. Poi via per Gabes attraverso uliveti sconfinati. Alle 18:00 fa buio e decidiamo di accamparci nel porticciolo di Sakira a 60 km da Gabes. Alle 22.30 arriva la polizia e si mettono a ispezionare la macchina mentre dormiamo. Ci svegliamo mentre comunicano la targa con la radio. Dopo una chiacchierata tra Fabri con la testa fuori della tenda e il poliziotto 2 metri più in basso, tutto ok. Poi il gendarme resta a fare la guardia al campo fino al mattino, sorprendente.